Squirrel e i Media

Pubblicato il 4 Giu 2013

«I giornalisti sono impermeabili a tutto. Arrivano sul cadavere caldo, sulla partita, a teatro, sul villaggio terremotato e hanno già il pezzo incorporato. Il mondo frana sotto i loro piedi, s'inabissa davanti ai loro taccuini e tutto quanto per loro è intercambiale letame da tradurre in un preconfezionato compulsare di cazzate sulla tastiera. Cinici? No frigidi.» (Carmelo Bene)

Pubblicato il 14 Ott 2012

«La Propaganda Nera è una comunicazione celata di dati falsi intesa a danneggiare, ostacolare o distruggere l’attività o la vita di un’altra persona, gruppo o nazione, solitamente fatta partire dall’effettivo istigatore da una fonte falsa o remota.» L. Ron Hubbard (Articolo “Propaganda Nera” del 12 gennaio 1972)

Pubblicato il 1 Ott 2012

lavori sul tetto Quando Marc e Claire Headley persero la causa di lavoro da loro intentata, con la regia di Marty Rathbun, contro la Chiesa di Scientology (vedere “Marty Rathbun e le cause di lavoro degli Headley” e “Nodi al pettine anche per Rathbun” ), la Corte ingiunse loro di pagare i danni che ammontavano a più di 40.000 dollari. Intentando causa, Rathbun e Headley pensavano di poter estorcere milioni di dollari alla Chiesa, ma la Corte, avendo preso atto delle bugie e distorsioni che Marc e Claire volevano spacciare per fatti, gli hanno ripetutamente dato torto.

Pubblicato il 22 Set 2012

«La tecnica consiste nel cercare di portare la reputazione così in basso, che alla persona, compagnia o nazione vengono negati tutti i diritti per “accordo generale”. Dopodiché è possibile distruggere la persona, compagnia o nazione con un attacco minore, sempre che la stessa propaganda nera non abbia già ottenuto tale risultato.» L. Ron Hubbard (HCO PL 21 Novembre 1972 “Come occuparsi delle campagne di propaganda nera”)

Pubblicato il 20 Set 2012

E’ un fatto evidente che ormai quattro quinti di mondo conosce Scientology. Nell’arco di poco più di cinquant’anni abbiamo superato ostacoli e vinto battaglie che avrebbero fatto impallidire la squadra al completo dei supereroi della Marvel. Contemporaneamente abbiamo raggiunto traguardi che perfino i detrattori più accaniti di Scientology faticano a negare. E’ un fatto che scorazziamo inarrestabili su tutti e cinque i continenti del globo terracqueo, isole comprese. Una scena ben diversa da qualche decennio fa, quando a malapena operavamo in un decina di paesi rigorosamente occidentali.

Pubblicato il 16 Set 2012

Tony Ortega è il porno-giornalista che da 17 anni scrive pettegolezzi e notizie false su L. Ron Hubbard e Scientology. Amico di Marty Rathbun e della sua cricca ha pubblicato i suoi cosiddetti articoli sul giornale online Village Voice, per il quale Ortega lavorava come redattore capo da 5 anni (vedere anche "Rathbun- dichiarazioni pubbliche contro Scientology"). Questo giornale trae profitto principalmente da “Backpage.com”, il più ampio sito internet esistente di inserzioni per adulti. Village Voice è da lungo tempo accusato e indagato dalle autorità con l’accusa di traffico sessuale di ragazze minorenni (vedere "Traffico sessuale di 117 minorenni").

Pubblicato il 28 Lug 2012

«Chi ha la coscienza sporca non dorme sonni tranquilli. E di certo il suo giaciglio non diventerà più soffice se cercherà di proteggere i propri misfatti adducendo come argomento di difesa che la libertà implica che nessuno deve posare i suoi occhi su di lui. Il diritto di una persona a sopravvivere è direttamente collegato alla sua onestà. Libertà per l’uomo non significa libertà di danneggiare l’uomo. Libertà di parola non significa libertà di danneggiare con le menzogne.» L. Ron Hubbard (HCO PL 8 feb 1960 “Esistono diritti anche per le persone oneste”)

Commenti: 41
Pubblicato il 27 Lug 2012

Consigliamo a chi non ha letto i post precedenti di questa serie di consultarli in sequenza a questi indirizzi: “Altri nodi vengono al pettine – parte prima”, “parte seconda” e “parte terza”. E’ importante per comprendere appieno il senso di ciò che state per leggere in questo quarto articolo. Si tratta di una vicenda mediatico-giudiziaria montata per nuocere a Scientology, che vede coinvolti giornalisti senza scrupoli che hanno pubblicato storie completamente inventate per fomentare un’indagine giudiziaria; una finta “vittima” di Scientology (Marina/Manuela B.) che, in accordo con i giornalisti, ha firmato denunce fasulle per fornire la storia che serviva ai media; poliziotti che si sono avvalsi di giornalisti, “pentiti” e voltagabbana per giustificare un’indagine pretestuosa contro la Chiesa; squirrel e anti-Scientology, compari dei “pentiti”, che hanno fatto il tifo ai margini dell’arena assetati di “sangue”.

Commenti: 29
Pubblicato il 26 Lug 2012

«Presentare all’uomo un’immagine di libertà spirituale è qualcosa che porta a molte avventure. L’uomo è oppresso. E coloro che l’opprimono hanno un modo peculiare di vedere le cose. Esso è: 1. Se qualcuno diventa libero o potente, un soppressivo crede che verrà subito massacrato. Non si rende mai conto che è la soppressione a metterlo fuori combattimento, non già il carattere dell’uomo. 2. Se si facessero dei passi avanti nel campo del miglioramento dell’uomo, tutti i vecchi interessi commerciali e le loro soluzioni diventerebbero completamente inutili. A costoro non viene mai in mente di mettersi al passo con i tempi. 3. I loro panni sono sporchi.» L. Ron Hubbard (HCO PL 18 febbraio 1966 “Attacchi contro Scientology”)

Commenti: 31
Pubblicato il 25 Lug 2012

«Quando presentate un’immagine di libertà, tutti coloro che opprimono la libertà tendono ad attaccare. Di conseguenza gli attacchi, qualunque sia la motivazione su cui si basano, sono inevitabili. Presentare un’immagine di libertà, tuttavia, è l’unica azione di successo che porti ad un avanzamento, anche se viene attaccata.» L. Ron Hubbard (HCO PL 18 febbraio 1966 “Attacchi contro Scientology”)

Commenti: 22

Pagine

Subscribe to Squirrel e i Media