Tecnicando

Pubblicato il 12 Apr 2013

«La via d’uscita è la via che passa attraverso. Per uscire dal proprio corpo, non lo si rinnega, non lo si abbandona, né ci si oppone ad esso… non ci si allontana dal corpo combattendo. No, in un certo senso la persona ci si incatena ogni volta che cerca di farlo. Non cerca di abbandonare la terza, la quarta, la quinta, la sesta, la settima e l’ottava dinamica per svignarsela da esse. No, questa è la via che porta in basso: abbandono, contrattacco, rifiuto, eccetera. Quello che bisogna fare è elevarsi ad un livello di tale potenza rispetto a tutte queste cose, elevarsi ad un livello tale per cui si è in grado di controllarle con successo. Solo quando le si può controllare tutte con successo, le si può ignorare. Se non si è capaci di controllarle, si possono considerare ancora… si possono considerare pericolose. Quindi, se le considerate pericolose non le potete controllare, capite?» L. Ron Hubbard (Conferenza 20/11/1952 “Proc. Creativo-rompere l’accordo fra il Pc e le leggi naturali”)

Pubblicato in: Tecnicando
Pubblicato il 24 Ott 2012

«L'individuo, il bambino, il gruppo, l'Umanità e la vita devono, uno per uno, considerarsi capaci di fare quello che fanno nell'attuazione della conquista del MEST. Esiste un parallelo fra la considerazione e la realtà. Come afferma questa frase, è all'interno di questa sfera che troviamo il senso più profondo della realtà. La considerazione deve essere in accordo con le leggi naturali non solo del theta, ma anche del MEST, ed entro queste troviamo il più profondo fondamento logico. In questa luce si può vedere immediatamente che l'autorità è destinata a fallire e che uno sforzo collettivo è suscettibile di un completo trionfo. Riteniamo di avere tra le mani strumenti che permettono all'Uomo di raggiungere grandezze ben più elevate di quelle mai raggiunte in passato.» L. Ron Hubbard (7 Gennaio 1951 “il Bollettino dell'auditor di Dianetics”)

Pubblicato in: Tecnicando
Pubblicato il 3 Ott 2012

«Vi capiteranno dei tipi che confesseranno degli overt con grande loquacità. Diranno: “Ho fatto questo e ho fatto quello e ho fatto questo e ho trattenuto quello, ecc. ecc. ecc. ed ecco qui tutti i miei overt… allegria!”. Allegria. Ragazzi, il lavoro più duro per lui ha ancora da venire. Deve trovare una parte di questo della quale possa assumersi responsabilità; una parte piccola piccola della quale possa veramente essere responsabile. E a quel punto cominceranno ad andarsene. Certi tipi, a quanto pare, non vengono per niente auditi; fanno soltanto gli spacconi. Ma chiunque può essere una vittima. Quella è la scelta pigra. Essere causativi ed essere in grado di stare di fronte agli overt che si sono fatti succedere ai danni di qualcun altro, che non si stanno sperimentando: sono questi quelli difficili.» L. Ron Hubbard (Conferenza 3 gennaio 1960 “Il vostro caso”)

Pubblicato in: Tecnicando
Pubblicato il 13 Set 2012

Per la mia piccola esperienza, non ho mai visto una scena altrettanto demenziale, come quella ideata da Rathbun. E’ talmente demenziale, che la sua distruttività è un’apparenza; anzi per quello che ci capisco io, gli Scientologist e Scientology stanno acquisendo una forza incredibile da tutto questo circo. La cosa che mi stupisce di questa scena demenziale, è la totale mancanza di effetto che ha sugli Scientologist, quelli veri intendo; passato il primo momento di stupore, la scena si presenta per quello che è, appunto demenziale.

Pubblicato in: Tecnicando
Pubblicato il 28 Ago 2012

«L’unica cosa che può effettivamente alterare e ridurre l’auto-determinazione è l’auto-determinazione stessa.» L. Ron Hubbard (Procedura avanzata e assiomi “Auto-determinazione”) Questa sembra una bella frase e verrebbe da chiedersi quanto creativo fosse Ron, per scrivere queste belle frasi. Quindi, per la gioia del mio estremo opposto Bolivar, su questa bella frase ci faremo molti esempi e demo, finché ci viene qualche vaghissima idea che forse in questa frase è contenuto il Segreto di questo Universo.

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 23
Pubblicato il 25 Ago 2012

«Ora, le scienze della vita sono difficili soltanto in questa misura: voi state vivendo. Vedete, giorno per giorno avete un’interrelazione con le leggi della vita. E innalzarsi al di sopra di questo, in qualsiasi modo lo si faccia, è così fenomenale che non è mai successo prima. E’ uno di questi trucchi. Bisogna farcela da soli, vedete? E per un po’, se conoscete tutti gli aspetti aberrativi, vi ritroverete a sbattere all’interno di una bottiglia come una mosca della carne, vedete? In qualunque direzione voliate, sbattete contro qualcos’altro.» L. Ron Hubbard (Conferenza 27 Agosto 1963 “Ragione e torto”)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 24
Pubblicato il 21 Ago 2012

(A DIOGENE: “Di rado gli appartenenti ad una famiglia crescono sotto lo stesso tetto… Gli amici ti conosceranno meglio nel primo minuto dell’incontro di quanto gli estranei possano conoscerti in mille anni… Ogni persona, tutti gli eventi della tua vita sono lì perché tu li hai attratti lì. Quello che decidi di fare con essi dipende da te.” Richard Bach)

Pubblicato in: Tecnicando
Commenti: 49

Pagine

Subscribe to Tecnicando