Le Org Ideali e le Mete di Scientology

Saint Hill Manor

“L’organizzazione ideale sarebbe un’attività in cui le persone arrivano per conseguire la libertà,  fiduciose di ottenerla.

Avrebbe spazio a sufficienza per addestrare, offrire processing e occuparsi dell’amministrazione, senza affollamenti.

Guardando questa organizzazione ideale, ci si renderebbe conto che questo è il luogo in cui si sta creando una nuova civiltà per questo pianeta.

Le azioni, migliaia o più, che vanno a costituire l’organizzazione collimerebbero armoniosamente l’una con l’altra.

L’organizzazione ideale è l’immagine in vista della quale si costruisce. È il prodotto delle azioni causative di molte persone. Tutto ciò che si discosta dall’organizzazione ideale è un outpoint a cui si può porre rimedio. Il prodotto finale non è semplicemente un’organizzazione ideale, ma anche una nuova civiltà già in via di formazione”. – LRH

Sono frasi di Ron semplici e chiare, prese dalla LRH ED 102 Int del 20 maggio 1970 “L’ORG IDEALE”, nonché Data Series # 40. Frasi che gli squirrel non possono e non vogliono capire. Che cercano di interpretare in tutti i modi disfattisti tranne che in quello semplice e diretto che ha scritto Ron. Che cos’è il progetto delle Org Ideali? Che scopo ha? Ha lo scopo di mettere in pratica ciò che ha scritto Ron sul soggetto, al fine di consegnare TUTTI i servizi che Ron intendeva rendere disponibili all’umanità, e farlo in un ambiente che favorisca l’accesso e il rapido progresso sul Ponte. Si tratta di acquisire immobili che abbiano “spazio a sufficienza per addestrare, offrire processing e occuparsi dell’amministrazione, senza affollamenti”.Ma non solo questo. La ricerca, l’acquisto e l’adeguamento di un immobile adeguato è solo la prima parte del progetto. Questa prima parte Ron l’ha portata a termine a Saint Hill, dando l’esempio in questo modo:

“Ho comprato con i miei soldi un posto nel Sussex che è abbastanza tranquillo e remoto .... Ho dato fondo a tutto i miei averi, ho venduto le mie barche e ho fatto scricchiolare il mio credito, ma ora abbiamo un centro per il Regno Unito dove scrivere e fare ricerche”

L. Ron Hubbard
(HCO PL 27 Aprile 1959 - L’importanza di Costruire Organizzazioni Centrali)

Una volta procurato il posto, Ron ha dato l’avvio alla seconda fase, quella di sviluppare le linee, i posti e le rispettive funzioni dell’org ideale che stava costruendo, esattamente come scrive nella LRH 339R Int “OGGETTO: REVISIONE DEL GIOCO DEL COMPLEANNO 1982/83”

“È dall’espansione, che dipende la vittoria. Ma, quanta deve essere l’ESPANSIONE, per essere espansione? Beh, per darvene un’idea, sapete tutti quanto era grande e attiva Saint Hill a metà degli anni sessanta. Ebbene, la feci salire a tal punto, in tempo davvero molto breve, partendo da sei membri dello staff. Fu l’ultima org che gestii direttamente in qualità di ED. La maggior parte delle policy dei volumi OEC ha a che vedere con il come e il perché SH diventò SAINT HILL! E la policy successiva è semplicemente stata sviluppata da queste e ne è un perfezionamento per adattarsi a ogni situazione. Non si trattò di magia: fu semplicemente know‑how e il fatto che OGNI membro dello staff conosceva e indossava il suo hat e svolgeva il suo lavoro. Era STRAORDINARIO! Chiedete a chi c’era! (“Oh, certo”, direte, “ma SH aveva la nuova tecnologia del Corso di CLEARING. Questo permetteva il CLEARING in massa delle persone”. Ah, ah, ah! Non fatemi ridere! In un’ORG DI CLASSE IV, in questo preciso istante avete una tecnologia di CLEARING PIÙ FACILE!) Quindi, state calmi e ascoltatemi senza brontolare: mi aspetto che voi, sì proprio voi, fino a Canicattì, creiate un’org che, quanto a statistiche, sia grande come lo era Saint Hill alla metà degli anni sessanta! E non è neanche una richiesta esagerata. L’FSO, già quando la stavo tirando su, era molto più grande di SH. Perciò devo concludere che voi potete perlomeno farcela fino alle dimensioni dell’org di Saint Hill. Quindi, mentre leggete questo, date un’occhiata in giro: vedete qualcosa di così grande e di così prospero come lo era Saint Hill negli anni sessanta? No? Beh, la policy contenuta nei volumi OEC ve ne forniscono la mappa. Perciò, seguitela, e TRASFORMATE CIÒ CHE VI CIRCONDA, E CHE AVETE APPENA GUARDATO, IN UN’ORG GRANDE COME SH!” – Ron

Si tratta di procurare staff, addestrarlo, metterlo sul posto e far funzionare l’Org esattamente come per policy. E non solo nelle Org centrali come Roma, Londra, Parigi, New York, eccetera, ma OGNI SINGOLA ORG, e farlo ADESSO.

Nella Stessa reference di cui sopra, Ron ha scritto molto chiaramente che non abbiamo un’infinità di tempo:

“È la velocità dell’espansione il problema del management. Ed è un proble­ma. Lasciate che vi esponga alcuni fatti: questo pianeta, politicamente parlando, è un caos di nazioni. Tali nazioni sono armate (tra TUTTE le cose che ci sono su un pic­colo pianeta) di armi atomiche. Questo, in qualsiasi libro di storia che tratti della traccia intera, significa che si sta sviluppando una catastrofe. Per di più, sono presenti problemi economici e sociali che, per una civiltà del genere, sono ben oltre la norma, e che spostano la scena politica verso la guerra.

E non si tratta semplicemente della guerra atomica: quegli stessi fattori sociali ed economici, accompagnati da un aumento nelle statistiche della criminalità brutale e delle pressioni ideologiche, potrebbero causare il sorgere di stati di polizia – come stanno facendo – nei quali l’applicazione di una tecnologia che può essere usata sarebbe proibita e tutta quanta questa civiltà (com’è successo in precedenza) potrebbe sprofondare in nuovi tempi bui che sopraffarebbero qualsiasi spinta in avanti verso la libertà. Ci sono poi altri fattori che rendono la velocità imperativa. Noi NON abbiamo affatto a disposizione un’infinità di tempo per portare a termine il lavoro.

Il futuro potrebbe far apparire il passato di questo pianeta una vacanza!

E c’è poi qualcos’altro: se la situazione è tanto brutta, si potrebbe dire: “Perché non mi metto semplicemente a correre – prima dinamica – per diventare Clear e OT e levarmi di torno?”. Beh, a questo si può rispondere in due modi. Il primo è che, da soli, non ce la fareste: per amministrare la tecnologia ci vogliono un’org e lo staff e se non vi fossero né org né staff sarebbe un itinerario MOLTO arduo. E poi voi non volete avere sulla coscienza il vostro pianeta e i vostri amici. E mi trovate ancora in circolazione, no?

Quindi il management ha un autentico problema: espandersi abbastanza VELOCEMENTE da rendere il pianeta Clear. È QUESTA la cosa che fondamentalmente lo preoccupa nelle statistiche; è questo il motivo per cui si strappa i capelli quando le vostre statistiche tendono verso il basso. No e poi no! È la direzione sbagliata!” – Ron

Ovviamente gli squirrel, i lazzaroni, gli ipercritici, quelli che non sono veramente intenzionati a farcela, trovano difficile affrontare questo punto di vista: costruire org grandi in breve tempo. Trovano mille critiche e motivazioni per spiegare che “non è giusto”, che “non era intenzione di Ron”, che acquistare immobili grandi a sufficienza “non era intenzione di Ron”, che il “Management sta solo accumulando mest”, che “si stava meglio quando si stava peggio”, che “Ron non ha mai scritto che si devono raccogliere soldi per comprare edifici”, che “è meglio espandersi a gradienti invece che così velocemente”, bla bla bla bla. Nella LRH 339-1 INT “IL PUNTO DI FORTUNA-ROVINA DI UN’ORG”, Ron ha descritto qual è il corretto punto di vista che aveva adottato nel rendere Saint Hill un’Org Ideale e che deve essere adottato ora per ogni Org:

“Il pluspoint principale era lo SCOPO. Volevamo un’org grande, in rapida espansione e la ottenemmo. Ogni cosa che non contribuiva a ciò veniva messa da parte, ed ogni cosa che invece contribuiva veniva  messa in atto velocemente. E non c’era nessuno su un posto che avesse altri grilli per la testa.

E c’era un altro punto – è un’idea diversa: la considerazione che ci voglia molto tempo per costruire qualcosa è una falsità. E’ in se stessa un’aberrazione, un tentativo di scoraggiare la distruzione fingendo che la creazione richieda molto tempo. Ci vollero poche settimane per costruire l’org di Saint Hill di una volta. Il fatto che a Boston sia stata fatta la stessa cosa qualche anno più tardi dimostra che io non sono l’unico a poterlo fare. 

La differenza tra il non farlo ed il farlo sta semplicemente nello scopo di farlo e quindi farlo!” – Ron

Ovviamente una delle storielle che gli squirrel fanno circolare è che “Ron non ha mai scritto nessuna policy sul fatto che si raccolgano donazioni e contribuzioni diverse da quelle versate per i servizi. Ron non ha mai scritto che si debbano raccogliere soldi per le tessere della IAS, contribuzioni per le Org Ideali o per le campagne di quarta dinamica”. Anche questo ovviamente è falso perché Ron ha scritto esattamente l’opposto. Ad esempio nell’HCO Policy Letter del 3 agosto 1956 “QUADRO DI SALUTE DELL’ORG”, Ron elenca 19 attività, date in ordine di importanza, che sono vitali per la salute di un’org, e al punto 7 scrive:

“7. Vendere quanti più tesseramenti possibili. In particolare quelli per associati”.

E, nell’HASI Policy Letter del 21 Aprile 1957 “ENTRATE” elenca quali sono le fonti di entrate e, al punto 3, scrive:

“3. la vendita dei libri, dei tesseramenti e dei nastri;”

In varie parti del volume 2 dell’OEC (Organizaton Executive Course) Ron scrive riguardo le membership come di uno dei flussi chiave di entrata per Scientology. Ma le litanie degli squirrel su questo e su altri soggetti non cesseranno indicando loro i riferimenti del caso, perchè il loro problema non è la presunta violazione di qualche policy che non si sono nemmeno presi la briga di cercare e leggere.

Il problema sta nelle loro contro-intenzioni al fatto che la Chiesa di Scientology ed il suo Management attuino veramente le azioni necessarie al raggiungimento degli obiettivi di Scientology.

Fare le Org Ideali (acquisendo immobili, reclutando e addestrando staff), farle ADESSO e condurre campagne di quarta dinamica che permettano di riformare la società stessa, per impedirle di autodistruggersi prima che noi conseguiamo i nostri scopi e le nostre mete(vedere articolo Giornale di Ron ’67 - La Sea Org, le Org di Scientology) è effettivamente allineato con i riferimenti di Ron citati sopra, ed è quel che il Management sta facendo tono 40.

Ron aveva chiaramente scritto che “Noi NON abbiamo affatto a disposizione un’infinità di tempo per portare a termine il lavoro”. Lo scriveva trent’anni fa e da allora le condizioni di questa civiltà e di questa cultura non sono migliorate, proprio perché non è stato fatto abbastanza per farlo accadere. E dopo trent’anni da questo avvertimento, gli squirrel dicono “piano”, “più lentamente”, “non fate tutta questa pressione”, siate più ragionevoli” e, a discapito di ogni evidenza, dicono: “Ron non ha scritto nulla di tutto ciò”.

Oggi non è sufficiente che Flag sia eccezionale. Non è sufficiente che le nostre Organizzazioni Avanzate della Sea Org siano buone. Non è sufficiente che poche org siano delle dimensioni di Saint Hill. Deve essere così ovunque. Non siamo nel 1970, non siamo nel 1980, non siamo nel 1990.

Non stiamo parlando di MEST. Il punto non è il MEST. Il punto in realtà riguarda le org, La domanda è: che cosa deve essere fatto per avere org della dimensione della vecchia Saint Hill ovunque e che siano in grado realmente di causare un miglioramento nella società, così da dare inizio ad una nuova civiltà?

Se un auditor va in seduta, alla fine ottiene un F/N all’esame. Se fa una seduta perfetta otterrà sempre un F/N. Se fate la seduta correttamente, sapete che otterrete l’EP.

La stessa cosa deve essere valida per un’org.

Una seduta è composta da un tavolo nella stanza, un E-Meter sul tavolo, cavi, lattine, PC, auditor addestrato, TR dell’auditor in, PC che sia interessato a parlare all’auditor, che voglia parlare del proprio caso, l’auditor che ha il corretto programma per lui e che dà i corretti comandi al PC, gli dà dei riconoscimenti. ecc., fino a raggiungere l’EP. Bene, quella è una seduta. E termina con il PC che ha un miglioramento in base alla tecnologia standard.

Cosa pensereste se dicessimo: “Bene, sono andato in seduta, c’era un PC, avevamo un tavolo, c’era un E-Meter, non c’erano cavi e lattine ma non ne avevamo bisogno in quanto non c’era un auditor dall’altra parte, comunque ci stiamo prendendo cura di ciò”?

Non può funzionare, il PC non avrà i risultati che la tech gli può dare perché semplicemente mancava qualcosa che serviva in seduta.

L’org deve audire la società, la comunità in cui sorge. Come ha scritto Ron, Il prodotto finale non è semplicemente un’organizzazione ideale, ma anche una nuova civiltà già in via di formazione”. Ma non lo può fare se manca una parte dell’org, se non ha tutto lo staff addestrato che le serve per dare i servizi, se non ha spazio a sufficienza per addestrare, offrire processing e occuparsi dell’amministrazione, senza affollamenti”.

Ci sono 9 divisioni. La gente può avanzare sul Ponte, ma questa è solo una piccola parte di quel che va fatto per creare una nuova civiltà. L’org addestra, audisce, dà un po’ d’istruzione, e questo va bene, ma se ci si limita a questo si omettono completamente le diecimila cose che un’org deve dare per la disseminazione, la diffusione della conoscenza, l’istruzione delle Divisioni del Pubblico, la risoluzione del problema della droga, dell’analfabetismo, delle guerre, eccetera.

Non raggiungeremo i risultati che dobbiamo produrre per avere una nuova civiltà con delle “quasi org”, così come l’auditor non farà ottenere dei risultati al PC con delle “quasi sedute”.

Quindi, la strategia di costruire Org Ideali ADESSO, risponde esattamente all’esigenza di “espandersi abbastanza VELOCEMENTE da rendere il pianeta Clear” ed è previsto senza dubbio dalle policy di Ron, checché ne dicano gli squirrel.

Etica e Verità


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.