Debbie Cook

Pubblicato il 9 Maggio 2012

Ci avevano avvisato, ma noi non avevamo creduto. Tutto doveva essere finito e invece... Dal passato riemergono figure che sembravano ormai cancellate dalla memoria. Ma che non hanno più nulla di umano, sono cloni che replicano l'aspetto, le azioni e le parole di un singolo automa. Apparati destinati a combattere una guerra già persa, votati a rivivere un passato ormai sepolto, capaci di sparare sciocchezze a raffica con una velocità tale da uccidersi anche tra loro. Robot votati al sacrificio e chiaramente addestrati per missioni suicida.

Commenti: 16
Pubblicato il 28 Apr 2012

«Sogni, mete, ambizioni, queste sono le cose che l'Uomo usa come combustibile. La SOPRAVVIVENZA non è altro che lo sforzo volto a realizzare azioni. C'è la vasta meta di "tutta la sopravvivenza". C'è la piccola meta di una "buona azione". Sopravvivenza, azioni e mete sono inseparabili.» L. Ron Hubbard (Manuale per i Preclear) La disfatta è totale, assoluta, inappellabile, imprevista e devastante. Il campo indipendente è completamente allucinato. Ce ne dà notizia di prima mano Gary non Cooper, ma Baldi, un comico della Compagnia del Brusat che ha il compito di andare in giro per Internet a pubblicare la locandine di ogni nuova farsa.

Commenti: 18
Pubblicato il 12 Mar 2012

«FALSO: contrario ai fatti o alla verità, privo di fondamento; scorretto. Privo di significato o insincero; ingannevole. DISONESTO: incline a mentire, imbrogliare, defraudare o ingannare. FINZIONE: ragione falsa o pretesto. Una pura messa in scena che non è basata sulla realtà.» L. Ron Hubbard (HCO PL 3 maggio 1972) Tra il 27 febbraio e il 9 marzo abbiamo pubblicato quattro articoli della serie “ Il Rundown della menzogna ” mostrando come tutta la campagna di diffamazione e odio attuata da Marty Rathbun sia partita da una serie di bugie che ha concordato con i giornalisti Joe Childs e Thomas C. Tobin del Saint Petersburg Times (SP Times) .

Commenti: 50
Pubblicato il 3 Mar 2012

«Le persone cominciano sempre con delle mete. Spesso falliscono. Quando hanno fallito abbastanza spesso, smettono di pensare al futuro e cominciano a preoccuparsi per il presente. Quando il presente elargisce loro alcuni fallimenti, cominciano a preoccuparsi per il passato. Finiscono "fuori dal presente".» L. Ron Hubbard (Manuale per i Preclear) Una persona entra in Scientology, ha una grande meta: diventare libero e aiutare gli altri, poi scende a una serie di compromessi con la propria integrità su una o più dinamiche e alla fine si rende conto di aver fallito, ripetutamente. Comincia a preoccuparsi del presente, ma non risolve e nemmeno confronta le violazioni al Codice d'Onore in cui è già coinvolta.

Commenti: 26
Pubblicato il 19 Feb 2012

«GLI INDIVIDUI CHE HANNO UNA MENTE CRIMINALE TENDONO A METTERSI IN COMBUTTA, DATO CHE LA PRESENZA DI ALTRI CRIMINALI VICINO A LORO TENDE A COMPROVARE LE LORO IDEE DISTORTE SULL’UOMO IN GENERALE.» L. Ron Hubbard (HCOB 19 settembre 1981 “La Mente Criminale) Circa 18 mesi dopo aver scritto questo bollettino, LRH ha scritto la dichiarazione che abbiamo pubblicato nell’ultimo articolo “Scusa Ron”, dove esprimeva un lusinghiero apprezzamento per David Miscavige: “Desidero cogliere quest’opportunità per comunicare la mia inequivocabile fiducia in David Miscavige, devoto Scientologist da lungo tempo, compagno fidato e per me buon amico. Sono stato in ogni momento a conoscenza e ho autorizzato ogni attività da lui intrapresa, sia relativa a mie questioni personali sia lavorative, e quanto da lui fatto era a mio beneficio.” _LRH Lo ripetiamo perché questo è il punto focale della campagna denigratoria di Marty Rathbun, alla quale ora si è associata Debbie Cook.

Commenti: 36
Pubblicato il 14 Feb 2012

«A quanto pare fanno un ragionamento di questo genere: “Se io accuso lui di rapina, gli altri riterranno che non ho rapinato banche”. Condannando ad alta voce un crimine, il criminale, con il suo modo distorto di pensare, presume che la gente a quel punto riterrà che lui sia al di sopra del rapinare banche e non lo sospetterà.» L. Ron Hubbard (HCO Bulettin 15 settembre 1981 “LA MENTE CRIMINALE”)

Commenti: 62
Pubblicato il 11 Feb 2012

«Di volta in volta il nemico, durante i nostri momenti più difficili, si è detto: “Li abbiamo presi! Li abbiamo fermati! Sono finiti!”. Facevano semplicemente finta di non vedere. Ogni volta eravamo ancora lì, più forti, a espanderci e a lavorare meglio. Proprio al momento della stesura di questo scritto, questo è il punto in cui ci troviamo. L’ultimo attacco nemico sta scemando. E noi siamo ancora qui, sparsi in tutto il mondo, a fare del bene, a diventare più forti e più numerosi. E nei decenni a venire sarà ancora così. Le brave persone, con la “S” e il doppio triangolo, stanno vincendo. Stanno vincendo perché sono benintenzionate. Fanno del bene. Sanno il fatto loro. Il nemico invece sta perdendo e perderà perché è malintenzionato. Fa del male. È incompetente.» L. Ron Hubbard ( Ron Journal 34 , 13 marzo 1982)

Commenti: 37
Pubblicato il 9 Gen 2012

«La libertà è per la gente onesta. Nessun uomo che non sia onesto per proprio conto potrà mai essere libero: è lui stesso la propria trappola.» L. Ron Hubbard (HCOB 8 Febbraio 1960 “ESISTONO DIRITTI ANCHE PER LE PERSONE ONESTE”) Che gli squirrel siano disonesti e bugiardi è un fatto assodato, dimostrato ampiamente dalle azioni subdole e illecite che abbiamo descritto in molti post e provato al di là di ogni dubbio negli ultimi tre articoli: “Marty Rathbun e l’Onestà degli Squirrel”, “Marty Rathbun e l’Onestà degli Squirrel – Replica” e “Canaglie, Disonesti e Bugiardi”. Le loro azioni da furfanti parlano da sé e sono lì da osservare, noi ci siamo limitati ad evidenziarle. Difficile che loro si ravvedano, ma chiunque sia dotato di un minimo di raziocinio può osservare che sono individui totalmente inaffidabili, un canagliume senza dignità.

Subscribe to Debbie Cook