Rathbun – Il criminale lascia le tracce

Il criminale lascia le tracce, gli squirrel anche

“Il criminale che lascia dietro di sé delle tracce, lo fa nella speranza che intervenga qualcuno ad impedirgli di continuare a danneggiare gli altri. È fondamentalmente buono, e non vuole danneggiare gli altri e, non avendo la capacità di porsi un freno completamente, tenta di riportarsi in etica facendosi buttare in prigione, dove non sarà più in grado di commettere crimini.”.

L. Ron Hubbard (estratto dall’HCO PL del 9 luglio 1982 L’Etica, La Giustizia e Le Dinamiche)

investigatore

Proprio ieri, tra le righe dell’articolo Marty Rathbun anti-Scientology e anti-LRHdove vi abbiamo parlato di come Marty stia sostenendo un attacco diretto ai principi fondamentali di Scientology e, quindi, contro Ron, abbiamo scritto dell’ennesima fetenzia della banda Rathbun: la petizione alla Casa Bianca per chiedere un’indagine sulla Chiesa di Scientology.

Ricordate, avevamo scritto che stanno mandando la loro petizione via e-mail anche qui in Italia, oltre che agli squirrel, anche a nemici giurati di Scientology e di LRH quali l’ARIS (Ricordate? Erano quelli che assoldavano deprogrammatori negli anni 80 per far sequestrare gli Scientologist), la Maria Pia Gardini e altri ancora.

Ma andiamo con ordine.

Qualche tempo fa Marty e i suoi accoliti strombazzavano ai quattro venti che l’FBI stava indagando Scientology. Ne hanno parlato anche un sacco di giornali, soprattutto statunitensi. Beh, era una bufala! Recetemente i vertici dell’FBI hanno dichiarato ufficialmente che non c’era nessuna indagine in corso contro Scientology e che chi aveva fatto circolare quella notizia aveva raccontato panzane.

Marty non ha retto questo smacco e ha subito reagito col suo solito stile psicotico: attaccando l’FBI sul suo blog. Ovviamente i suoi quadrumani italiani hanno tradotto il suo articolo datato 25 settembre e lo hanno pubblicato proprio ieri sostenendo che Marty è proprio un vero eroe. Sì, avete capito bene, un eroe senza macchia perché non ha timore di attaccare quei cattivoni corrotti dell’FBI che non hanno voluto indagare la Chiesa di Scientology. Uno di questi minus habens è giunto a paragonarlo al Gladiatore.

Dopo questo attacco psicotico, che non sarà scevro di meritate conseguenze, Marty si è spremuto la cervice bineuronica e ha ideato quest’altra bella pensata: incitare tutti i suoi discepoli in una nuova jihad (che nella traduzione letterale significa “esercitare il massimo sforzo”) raccogliendo firme per una petizione contro Scientology.

Ma, come abbiamo scritto in apertura, il criminale lascia le tracce. E noi, pervicaci ed attenti, le abbiamo trovate e ve le scodelliamo qui di seguito.

Dovete sapere che i luogotenenti di questo novello Brutus, stanno mandando e-mail proprio a tutti, senza distinzione. Chiunque abbia mai espresso un’opinione negativa su Ron, Scientology, la Chiesa di Scientology, singoli Scientologist in odore di apostasia, sta ricevendo queste email. Ovviamente anche i suoi tirapiedi italiani stanno facendo lo stesso traducendo il testo del verbo Rathbuniano.

L’avvocato anti-Scientology fallito Graham Berry, amico di Marty e suo consulente legale, scrivendo dall’indirizzo grahamberry@ca.rr.com, il 25 settembre alle 17 e 04 ha spedito e-mail ai rappresentanti delle associazioni anti-sette italiane ARIS Toscana, ARIS Veneto, FAVIS, CeSAP, SOS Antiplagio e chi più ne ha più ne metta, tutti nemici di Ron e di Scientology, con la richiesta “PLEASE SIGN WHITE HOUSE PETITION TO INVESTIGATE CHE CHURCH OF SCIENTOLOGY” (Per favore firmate la petizione alla Casa Bianca per investigare la Chiesa di Scientology).

Nel testo scriveva tra l’altro “Penso che potremo accumulare come minimo 5.000 firme entro 30 giorni: da Anonymous, Scientologist indipendenti, Free Zoners, ex membri della Chiesa di Scientology, la “vecchia guardia dei critici”, cittadini preoccupati e altri”.

Poche ore dopo, alle 20 e 27 del 25 settembre, Jason Beghe, scriveva anche lui una serie di e-mail con la stessa richiesta, ricevuta da un certo numero di anti-Scientology italiani, aggiungendo però una nota: “When you register, type in a US zip code, like NY or LA or whatever” (Quando vi registrate, scrivere un codice postale statunitense, tipo New York o Los Angeles o altro).

Eh sì, cari miei, perché se l’indirizzo postale è italiano, non ci si può registrare, perché è un servizio limitato ai cittadini statunitensi. Ma si sa, Marty e i suoi soci sanno come gonfiare le statistiche.

In conclusione: il tanto sperato (dalla banda Rathbun) tracollo della Chiesa di Scientology ad opera dell’FBI non ci sarà. Questo è stato uno smacco per Marty che ha reagito come un bambino psicotico e viziato attaccando l’FBI (auguri). I suoi bambolotti lo hanno dichiarato eroe perché ha perso ancora una volta ma si è “arrabbiato così bene”. Quindi ha ideato quest’altro vergognoso tentativo di attaccare Scientology con questa petizione alla Casa Bianca usando nemici di Scientology e di Ron. E, ovviamente, stanno cercando di farlo falsificando ancora una volta le statistiche.

Porta pazienza Obama, ormai sono alla frutta.

Etica e Verità


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.

Pubblicato in: