Rivelazioni di un ex-dipendente di Almblad

Robert Almblad 

(Robert Almblad alias Robert August)

Gli Scientologist meritano di essere protetti dagli psicotici e dai criminali, dalle persone soppressive e dagli atti overt velati o manifesti.

L. Ron Hubbard
(HCO PL del 17 marzo 1965)

L’altro giorno abbiamo pubblicato un articolo sul portavoce internazionale dell’armata brancaleone di Marty Rathbun (vedi Mike Rinder, definisci Persona Soppressiva) per riferire del suo recente viaggio in Irlanda e della sua miserrima performance come public relation man.

Qualcuno potrebbe chiedersi: “con quali soldi vanno in giro a fare le cavolate costoro?” Ce lo siamo chiesti anche noi, visto che non sono certo dei lavoratori che producono risultati accettabili scambiabili con qualcosa di valore. In effetti, se valutiamo il valore dei loro “risultati”, si è portati a pensare che non valgono nemmeno il costo dei pomodori e delle uova marci che tanto meriterebbero.

Ecco dove entra nell’equazione il “bel signore” raffigurato qui sopra. Abbiamo già parlato di Almblad, in relazione a Rathbun e Rinder nell’articolo “Rathbun e Rinder venditori di paura”.

Come abbiamo già avuto modo di scrivere, l’ex-Scientologist Robert Almblad, dichiarato persona soppressiva anni fa, è un ideatore di lungo corso di business fallimentari e invenzioni inutili, che troppo spesso hanno visto coinvolti imprudenti finanziatori e imprenditori, Scientologist e non. Nel 2010 Almblad ha assunto Mike Rinder nel suo circo degli affari sballati come “direttore delle relazioni pubbliche”.

Nella sua escalation di paranoia, sta pagando a Rinder un sostanzioso stipendio al netto delle spese di mantenimento e di certo non per pubblicizzare la sua cosiddetta “macchina per il ghiaccio sicuro” (vedere articolo citato sopra), ma per attaccare la Chiesa di Scientology.

La rivelazione, che tra parentesi arriva da un ex-dipendente di Almblad, conferma quello che molti già sospettavano sul vero ruolo di Mike Rinder nella società di Almblad, vista la mancanza di prodotti concreti che dovrebbero favorirne gli affari.

Lo slogan di Rinder,  che appare sul sito web di Robert Almblad, sarebbe “Leggetelo nei titoli in prima pagina”. Ma la sua fantasmagorica performance come PR man finora  ha dato come risultato un solo articolo sulla “macchina del ghiaccio” da quando Rinder lavora per Almblad.

L’articolo, apparso su un quotidiano locale della Florida nel febbraio 2010, era una storia che al suo interno pubblicizzava la “avveniristica” macchina. Da allora non ci sono stati mass media di alcun tipo che ne parlano.

Questo ex-dipendente descrive le vere mansioni che Rinder ricopre all’interno della società di Almblad, che consistono in realtà nell’attaccare la Chiesa e nel proteggere il suo boss da controlli indesiderati.

“Rinder copre e protegge Almblad da interferenze e cerca in ogni modo di causare danni alle attività della Chiesa di Scientology ogni volta che può”, ha dichiarato questo ex-dipendente.

E ha aggiunto che “Mike Rinder è il tirapiedi di Almblad e fa tutto quello che lui gli chiede e lo paga $ 1.500 dollari alla settima, più tutte le spese che sostiene: affitto,  viaggi anche non di lavoro, e così via”.

Racconta inoltre una storia di quando, alle dipendenze di Robert Almblad, cominciò a notare tratti psicotici nel suo datore di lavoro e attività poco chiare: nel novembre dello scorso anno Rinder si recò in Inghilterra per lavoro. A lui Almblad aveva detto che quel viaggio di Rinder aveva a che fare con una trattativa per piazzare sul mercato inglese una Chiave Laser.

Quando Rinder tornò dall’Inghilterra, questo ex-dipendente gli chiese come fosse andata e si sentì rispondere da Rinder “Non so di cosa stai parlando”. Almblad intervenne per aggiustare la cosa e smorzare la questione.

Solo una settimana più tardi l’ex-dipendente scoprì che Rinder era stato a Londra con il solo e preciso scopo di intraprendere attività di disturbo nei confronti di Scientology, e quando la cosa divenne evidente, anche la paranoia di Almblad si mostrò in tutto il suo splendore.

“Almblad paga Rinder perché faccia uscire dalla Chiesa la gente”, ha inoltre dichiarato. “Ecco perché era a Londra. Era andato là per creare azioni di disturbo alle attività della Chiesa in quel paese”.

Questo ex-dipendente afferma di aver anche ascoltato per caso una conversazione sul fatto che Almblad sta pagando persone perché inscenassero delle proteste contro la Chiesa. Il suo capo aveva addirittura finanziato i costi per fabbricare i cartelli che i dimostranti avrebbero dovuto usare alla manifestazione.

E sempre secondo questa fonte, la paranoia di Almblad va alle stelle quando beve, il che succede spesso.

Ecco svelato un piccolo mistero riguardo come e chi finanzia alcune delle attività anti-Scientology del “portavoce internazionale” degli squirrel indipendenti. Sono soldi provenienti da affari sballati, spesso truffaldini, versati con false motivazioni per “produrre” effetti distruttivi.

Quod erat demonstrandum, come volevasi dimostrare.

D’altra parte, vista la bassezza morale dei personaggi coinvolti, non ci aspettavamo che i fondi necessari per una simile attività soppressiva, fossero i proventi di onesta produzione.

Etica e Verità


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.

Pubblicato in: 
Personaggi: