Squirrel, se li conosci li eviti

dietro la maschera

«GLI INDIVIDUI CHE HANNO UNA MENTE CRIMINALE TENDONO A METTERSI IN COMBUTTA, DATO CHE LA PRESENZA DI ALTRI CRIMINALI VICINO A LORO TENDE A COMPROVARE LE LORO IDEE DISTORTE SULL’UOMO IN GENERALE».

L. Ron Hubbard
(HCO Bullettin 15 settembre 1981 "LA MENTE CRIMINALE"
)

La tenuta etico-morale degli odierni squirrel era già parecchio traballante quando Marty Rathbun se ne uscì nel 2009 col suo Rundown della menzogna.

Sebbene fosse facile osservare che le storie orripilanti raccontate da Rathbun fossero un coacervo di menzogne e misfatti commessi da lui e attribuiti ad altri, gli odierni squirrel hanno preferito (si è trattato proprio di una scelta) di credergli.

A loro serviva credere alle menzogne di Rathbun per compiere il salto fatidico. Quel salto che non avevano il coraggio di compiere solo con la spinta dei propri atti disdicevoli. Marty Rathbun gli ha dato il motivatore di cui avevano un vitale bisogno.

Il fatto che i complici di Rathbun (Mike Rinder, Amy Scoobe, Tom DeVocth) abbiano confermato le false accuse per vendere la loro “verità” ai giornalisti Thomas C. Tobin e Joe Childs (vecchi nemici di Ron e di Scientology), ha giocato un ruolo importante per “convincere” gli aspiranti squirrel affamati di motivatori: “se ripetono tutti la stessa storia deve essere per forza vero”.

Una logica aberrante che può essere adottata solo da chi vuole per forza credere ad una menzogna per giustificare una scelta a dir poco oscena. Come se una menzogna ripetuta per interesse personale da quattro bugiardi, rendesse tale menzogna più vera.

Ovviamente, una volta compiuto il balzo nella fossa degli squirrel, ogni transfuga ha rafforzato la propria convinzione quando un nuovo “collega” ha annunciato pubblicamente la sua fede in Rathbun.

Sanno perfettamente che questa è stata la sequenza di avvenimenti che li ha condotti al punto in cui si trovano, ma nascondono questo fatto perfino a sé stessi sciorinando ad ogni piè sospinto l’elenco dei torti veri o immaginari che hanno subito o le magagne reali o inventate che hanno osservato. Certo, “nessuna di queste è grave come quelle che raccontano Rathbun e i suoi soci, ma… bla bla bla” .

Questa premessa per porre in evidenza che il gruppetto di squirrel con cui abbiamo a che fare, per giungere all’attuale stato di abiezione, hanno compiuto un percorso aberrante durante il quale hanno abdicato volontariamente ad ogni residuo di etica.

cappio/cravatta al collo Una scelta autodeterminata, un grosso overt consapevole, per giustificare gli atti soppressivi che ora si sentono “giustificati” a compiere, sia che si tratti di infangare Scientology pubblicamente, dare il proprio appoggio a soppressivi conclamati, che abusare sistematicamente della tecnologia di Scientology.

Il punto di fortuna-rovina, se così lo vogliamo chiamare, è stato il momento in cui hanno deciso di dar credito alle menzogne di Rathbun e di sostenere la sua opera criminale. Questo vale per quel voltagabbana che ha lasciato la Chiesa da poco ed anche per coloro che erano parcheggiati ai confini di Scientology da anni.

In pratica ci troviamo di fronte a gente che ha scelto di rinunciare ai propri freni morali per gettarsi in un’orgia out ethics in combutta con gli altri del gruppo squirrel. Mal comune mezzo gaudio.

Gli squirrel stessi e gli anti-Scientology loro alleati sanno molto bene che i codici di etica e giustizia di Scientology non includono provvedimenti temibili. Al massimo prevedono l’espulsione da Scientology, cosa che hanno già deciso loro stessi.

Nonostante ciò, parecchi di loro evitano di rivelare la propria identità oppure l’hanno moltiplicata usando vari pseudonimi.

«Le persone disoneste hanno dei withhold, e i withhold accumulano massa e causano stupidità. Essi riducono il raggio d’azione e l’abilità di percepire di una persona. Mantengono al loro posto le masse che imprigionano ed inchiodano l’essere a livello di homo sapiens, e per giunta, un homo sapiens miserabile! Chi sta prendendo in giro, una persona simile, in realtà?
Pertanto, a causa della disonestà, ci si può sbarrare la propria salita lungo il Ponte.
Mi rattristo sempre un po’ quando vedo qualcuno scavarsi la fossa con le proprie mani in questo modo. Proprio non ha senso.
Lo si vede in coloro che, per quale che sia la ragione irrazionale, si tengono consapevolmente aggrappati ai loro withhold e finiscono per diventare critici, fare natter e generare ostilità.»

L. Ron Hubbard
(HCO Bulletin 1o maggio 1985 “Onestà e miglioramenti di caso”)

Non significa che hanno conservato un barlume di vergogna o qualche riserva sul lasciare e attaccare Scientology. E solo questione di tempo e anche costoro annunceranno pubblicamente la loro scelta scellerata, ma nel frattempo terranno contatti ambigui con Scientologist inconsapevoli del loro gioco disonesto.

se li conosci li eviti Pertanto non c’è nulla da perdere, anzi è utile e necessario rendere conosciuta la loro identità: se li conosci li eviti.

È questione di sopravvivenza e di protezione degli Scientologist decenti. È la cosa migliore perfino per gli squirrel.

Non li renderà più etici, non gli farà cambiare idea. Anzi, si arrabbieranno con noi cattivoni, ma almeno gli eviterà di commettere qualche altro overt ingannando ancora quelli che li consideravano amici.

Alcuni di loro hanno usato pseudonimi o nomi incompleti mascherando la loro identità fin dal primo momento della loro adesione al gruppo squirrel e non hanno mai smesso; eccoli:

PSEUDONIMO

NOME REALE

Frank WoolArmando Comincini
GeronimoRoberto Grossi
Hygea, General Burrasca, Golden Green,
Rosso Verde, Dhaiman
Damiano Mozzoni
RunnerGiordano Novello
ElenaElena Folzi
Mago MerlinoClaudio Sabbione
Balaramax, LunchburnerBruno Lombardi
DiogeneMario Ferrari (Brescia)
ParideParide Romano
GonosLuciano Putzu
LiberoBruno Maccà
ReflexGiuseppe Bonali
Maga Magò, Parliamone, La CattivaClaudia Soldà
ArtistaFreddy Fioravanti
FrecciarossaDavide Masserini
RobertoRoberto Guidori
Steve, Sophia, Dylan Cat, Phoenix, Human Being, Loyalfrineds, ThunderstruckStefano Scarpa
Estiqatsi, AdamGuido Maschio
David, DF, Ghandi, Satomi, Realtà, OutineverywayDavid Franchi
PetuniaCristina Portelli
Latika, ale, sonySonia Gavioli
GiuseppeGiuseppe Palmeri
JhonsatGianluca Sacchi
Steve, StefanoStefano Mangini
DichiarataSofia Peotta
ShadowLucio Bonzani
FlavioFlavio Zambon
mauricepascal, maurice, CalliopeAngelo Epifani
Baruland, MarcoMarco Nuccio
LucianoLuciano Visconti
Roberto, Roberto Antonio, Billy CageRoberto Viola
PaoloPaolo Ruggeri
Mumiah, Pietro Gori, Anonimo Veneziano, NessunoLorenzo Mercuri
Kumbaz, Pier PaoloPier Paolo Caselli
MarcoMarco Mugnaini
RogerRoger Lombardi
CarloCarlo Scarciglia
AnastasiaAnastasia Polara
Henry VIIILuciano Gianazza
GiacomoGiacomo Sotgia
ETICADomenico Sbarra
AlexAlessandro Arnone
Ernesto, ErniErnesto Menta
ViivViviana Sanzeri
VirginiaMaria Elena Testa
LuanaLuana Barbaglio
DavidDavide Luppi
lidiaLidia Orobello
David F., df, david, pretended79perseus, seedorf10David Ferraloni
ElenaElena Cominotti

Altri usavano pseudonimi finché non sono stati smascherati, quindi hanno cominciato a usare il loro vero nome. Questo impedirà che altri possano essere ingannati (come in effetti accadeva) dalla loro disonesta ambiguità. E’ comunque importante sapere chi sono perché i commenti che hanno scritto usando pseudonimi sono ancora online e potrebbero trarre in inganno; eccoli:

PSEUDONIMO

NOME REALE

Charlotte, UrsulaMarina Rubino
PatrickUmberto Chifari
DayghoroAdriano Bonfanti / Nena Bonfanti
FreemanAndrea Sciortino
FreestarPaola D'Asdia
KocissTiziano Marzotto
KSW1Francesco Minelli
GargamellaGuido Minelli
Spartacus, Luther. Il profetaDavide Succi
A A, Anonimo; BOOM, Cavaliere....per donazioni....ma non solo!!, codesto, Conte di Milano......Marittima xò.-), Dea Berta, Dubbioso, Ellereichhhh, FB, FLAG..ello, FM, FoX, FT, GG, GIGU, Girovago, GU.RO, Hulk, illo, indian, INDIGNATO, IO, IODICO, IOME'..., IO NON ERO (del tutto)FUORI TESTA E TU???, Jack, Jeeg, Lacrista, L'altro Tony, Lo scoiattolo depresso, MM, Morini...Moto, Mr Perception, Nio, No Cult, Non se nè pò più, Non Sè pò fà .-), Orlando Furioso, Pastore, Pesciolino, RU, TA, The OTher..., tonigno, Tony, Tony A., Tony Amodeo, Tony lo schietto, Tu sai chi, TZE TZE, Tzè tzè, Uomo Distrutto, Tont, VG, WI FI, ZeitgeistAntonio Amodeo
NOTsawareIgnazio Tidu
Silvia, Calla, Trilly, LettoreSilvia Chiari
Davide Golia, NessunoGiuseppe Calicchio
Givanoe, Aquila, IvoIvo Granata
Candido, PF, Paul F., Paolo, Carl, OT VIIPaolo Facchinetti
Nannarella, Il Supervisore, Nella Dell'AquilaConsiglia Dell’Aquila

Altri ancora scrivevano i loro commenti soppressivi col loro vero nome, ma in seguito hanno acritto anche con degli pseudonimi, sicuramente per "gonfiare le statistiche"; eccoli:

PSEUDONIMO

NOME REALE

GabryGabriella Masserini
CleopatraOmar Marsiglia
DriverPaolo Grazioli
Lucajkl4Giovanna Ongaro, Giovanni e Luca Servalli
Pablo, Elide, Eli, ElianaEliana Alaimo
ConstantineMaurizio Serafini
PasquinoGiovanni Bonzani

Abbiamo anche appurato che i gestori del blog squirrel filo-Rathbun “L’Indipendologo”, Claudio e Renata Lugli, si firmano anche con vari pseudonimi:

PSEUDONIMO

NOME REALE

CordusioClaudio Lugli
IndipendologoClaudio e Renata Lugli
Gary BandiClaudio Lugli
Anita BaldiRenata Lugli
Max ZiniClaudio Lugli
Jo BertiClaudio Lugli
Camillo BenzClaudio Lugli

Parecchi di costoro hanno scritto solo qualche commento poi sono spariti, oppure scrivono solo saltuariamente e con diverse identità, ma è bene elencarli comunque perché certi atti soppressivi non vanno in “prescrizione”.

Ormai sono pochi quelli che non sono ancora stati identificati, ma a breve avranno tutti un nome. Le loro vere identità stanno venendo comunicate alle Chiese da cui provengono affinché si provveda ad espellerli ufficialmente.

Hanno fatto la loro scelta decidendo di lasciare la comunità della Chiesa di Scientology e di operare a suo danno. Una scelta che sono sempre stati liberi di fare e che avrebbero dovuto attuare onestamente.

Qualcuno in malafede scriverà certamente che quanto scritto qui sopra è inaccettabile, arrogante, discutibile e altri aggettivi anche peggiori. Non ci stupisce, i disonesti protestano contro l’etica e la giustizia e vorrebbero avere il diritto di danneggiare senza essere disturbati.

«I diritti individuali non sono stati creati per proteggere i criminali, ma per portare la libertà agli uomini onesti. In quest’area di protezione si sono tuffati in seguito anche coloro che avevano bisogno della “libertà” o del “libero arbitrio individuale” per camuffare le proprie attività poco rispettabili.

La libertà è per la gente onesta. Nessun uomo che non sia onesto per proprio conto potrà mai essere libero: è lui stesso la propria trappola. Quando i suoi atti non possono essere resi noti, egli allora diventa un prigioniero. Deve trattenersi davanti ai suoi simili ed è schiavo della sua propria coscienza. La libertà va meritata prima ancora che possa esistere.

Proteggere le persone disoneste significa condannarle al loro stesso inferno. Facendo dei “diritti individuali” un sinonimo di “tutela del criminale”, si contribuisce a creare uno stato di schiavitù per tutti; perché quando si abusa della “libertà individuale”, sorge un’insoffe­renza nei suoi confronti che alla lunga ci spazza via tutti.»

L. Ron Hubbard
(HCOB 8 febbraio 1960 “Esistono diritti anche per le persone oneste”)

Hanno preferito agire disonestamente, ingannare chi li considerava amici, accettare le folli menzogne di un soppressivo come Rathbun e aderire ai piani e alle azioni di costui e dei suoi complici.

Non se ne sono semplicemente andati per la loro strada, la maggior parte di loro si sono camuffati per ingannare e tutti hanno continuato a carpire energia dalla nostra comunità per i propri interessi personali. Perciò è lecito e necessario rendere noto chi essi sono cosicché non possano ingannare oltre.

Etica e Verità


Per commentare l'articolo vai al forum

Pubblicato in: