Squirrel senza vergogna – Parte Quarta

bugiardo 

«Se lo vogliamo veramente, quasi tutti, indipendentemente dalla nostra posizione, possiamo porre rimedio a una situazione, non importa quanto grave sia. Quando la persona non vuole più porvi rimedio, è perché i suoi overt e i suoi withhold contro gli altri che vi sono coinvolti hanno diminuito la sua abilità di assumersene la responsabilità. Perciò la persona non pone rimedio alla situazione. L’ andarsene diventa apparentemente l’unica risposta che può dare. Per giustificare l’abbandono, l’individuo che sta facendo blow inventa dei torti ricevuti, nello sforzo di minimizzare il proprio overt degradando coloro che lo hanno subito. Il meccanismo in gioco è molto semplice.»

L. Ron Hubbard
(HCOPL 31 Dicembre 1959R “BLOW”)

Nell'articolo Squirrel senza vergogna – Parte Primaabbiamo scritto cheè giunto il momento di informare i nostri utenti su chi sono realmente le persone che, qui in Italia, si sono associate a questo gruppo di squirrel annunciando entusiasticamente questa loro esecrabile scelta”.

Fedeli alla promessa abbiamo iniziato a farlo con gli articoli di questa serie.

Nello stesso articolo citato sopra e nel post Missione nel Tempo - Parte Prima”, vi abbiamo parlato, tra l’altro, dello squirrel Giorgio Serra che, annunciando con una faccia mesta la sua adesione al gruppo squirrel, si dichiarava “amico di Ron” (sic. !) e informava di averlo incontrato personalmente quand’era bambino.

Immediatamente, tra i commenti dei “numerosissimi” utenti (ben 7), incluso il gestore, gli ha dato il benvenuto un certo Maurizio, al secolo Maurizio Serafini, ex staff di Flag dichiarato SP nel 2006.

Quest’altro “paladino della tech standard”, mentre si congratulava col “nuovo arrivato”, ha anche raccontato un recente successo avuto dopo l’applicazione delle condizioni di etica del passato, concludendo ovviamente con l’ennesimo natter sulla Chiesa riguardo la “scorretta applicazione delle condizioni di etica sullo staff”.

Vediamo un po’ chi è quest’altro campione super addestrato degli squirrel indipendenti che scrive così saccentemente riguardo l’etica. 

sp declare serafini

Non male come paladino della standard tech. Riportiamo di seguito la traduzione di alcuni passaggi per gli utenti non anglofoni:

“Nel Febbraio del 2006 si è scoperto che Maurizio ha fatto ripetutamente squirrel con la tecnologia del chiarimento di parole e di supervisione e ha diffuso turbolenza a colleghi staff member”.

“In particolare si che scoperto che, durante il 2005, Maurizio ha commesso ripetute e vistose violazioni del Codice del Supervisore, incluso l’abbandono della classe senza un sostituto, abbandonando gli studenti senza supervisione.”

“In un caso, nell’ottobre 2005, Maurizio è stato scoperto mentre dormiva nel retro della classe, mentre si supponeva che stesse supervedendo.”

“Nell’agosto  2005, ha anche alterato la procedura del chiarimento di parole, ad esempio lasciando uno srudente nel mezzo di un’azione senza portarlo fino all’F/N.” 

“Questi episodi di squirrelling e di out-tech si sono ripetuti almeno in 20 separate occasioni fino all’ottobre 2005.”

“Quando è stato affrontato sul soggetto di questi vistosi out-tech e ammutinamenti, Maurizio non ha mostrato alcun rimorso.”

“Dopo un’ulteriore investigazione, si scoperto che Maurizio a una lunga traccia di turbolenza e non ha avuto cambiamenti, nonostante gli handling fatti al riguardo. Maurizio è stato ripetutamente messo sotto Ordine di Non Turbare (1989, 1999, 2001) perché diffondeva entheta, dava tech verbale agli studenti, faceva dichiarazioni critiche verso terminali tecnici e ha fatto blow da un’org nel mezzo di un sec check. Ci sono state almeno altre due occasioni in cui Maurizio ha fatto blow da organizzazioni di Scientology. Maurizio ha violato tutti questi ordini causando ulteriore turbamento ed entheta sulle linee di Scientology.”

Ora Maurizio è approdato nel posto più adeguato per lui: un gruppo di squirrel. Loro di sicuro non lo disturberanno se lo troveranno a dormire nel retro di una classe, né si lamenteranno se il chiarimento di parole non è standard.

Etica e Verità


Per leggere i commenti all'articolo sul vecchio blog visita questa pagina.

Per continuare a commentare l'articolo vai al forum.